Pura questione di matematica

14 06 2009

Tralasciamo qui il fatto che la piccola coglie al primo boccone la diversità di una pappa realmente cucinata al momento da quella, riprovevole, contenente alcuni ingredienti cucinati il giorno precedente.
Tralasciamo altresi il fatto che ogni pasto sia un’epopea di canzonicine, storielle, rimbrotti, e chi più ne ha , più ne metta.
Tralasciamo infine il fatto che l’Ovetta non fa merenda, ne spuntini tra un pasto e l’altro.

Qui ci si focalizza su pochi ma precisi numeri.

  • L’Ovetta mangia circa 150 grammi di ottima pappa sempre fresca e cucinata dalle sapienti mani di mamma Ova.
  • L’Ovetta impiega per mangiare un tempo medio (si badi bene ho detto medio!) di 40 minuti
  • L’Ovetta necessita per lo stesso pasto di circa 80 (fonte mamma Ova) cucchiaini gialli (sempre e solo quello giallo)

Detto ciò si evince quanto segue:

  1. Ogni cucchiaino contiene meno di 2 grammi (1,875 per la precisione) di pappa o meglio, la pappa che entra ma che poi non riesce dalla boccuccia è meno di 2 grammi ogni volta.
  2. Mamma Ova riesca ad infilare un cucchiaino nella bocca (quasi sempre serrata) ogni 30 secondi per una media di 120 cucchiaini all’ora
  3. La cucciola, sforzandosi all’inverosimile, riesce ad ingurgitare ben 3,75 grammi al minuto.

Per puro dovere di cronaca.

Annunci

Azioni

Informazione

One response

4 04 2011
Countdown « The Ovetti Family History

[…] compresi… se andava male. Questa immane fatica poi per riuscire a farle buttar giù (si legga qui) 150 grammi di pappa rigorosamente cucinata dalle sapienti mani di mamma Ova in giornata, perché […]




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: