Una questione di dettagli

8 11 2009

Come si potrebbe immaginare l’Ovetta crescendo ha ampliato il suo vocabolario: niente di più sbagliato.
Al momento attuale l’intero volume “Italiano/Ovetta – Ovetta/Italiano” include 5 espressioni peraltro drammaticamente simili tra loro e che quindi portano ad un certo nervosismo nel caso in cui tu non riesca immediatamente a decodificarle; vediamole in dettaglio.

  • “Dada?” = “Oh tu, persona matura che mi stai vicino e che riconosco quale mio parente di primo o secondo grado o, nel peggiore delle ipotesi, comunque amico leale e fidato, per piacere vieni qua” •
  • “Dadaaaaa” = “Corbezzoli! Sto dicendo a te! Vieni qua” (spesso puntando un ditino sul pavimento di fronte a se) •
  • “Dada” (nel caso vi siano più persone mature di primo o secondo grado o, nel peggiore delle ipotesi, comunque amici leali e fidati) = “Papà” •
  • “Da-da-da-da” = “—“ (semplice intercalare)

La quinta parolina fa storia a se:

  • “Tse-tse” = “Grazie”

Poco loquace ma estremamente educata!

Annunci

Azioni

Informazione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: